tsportinthecity

La prima volta

Tempo di lettura: 2 minuti

CUS TRIESTE – PALLAVOLO PADOVA   3 – 1
(25-23; 28-26; 15-25; 25-21)
MV Group Cus Trieste: Vattovaz, Improta, Princi, Berti, Michelon, Blasi, Gerdol (L1), Improta, Vecellio, Dose (L2), D’Orlando, Sartori, Gnani, Allesch, Gambardella. All. Cuturic


 

E’ arrivata: la prima vittoria nel campionato di Serie B di volley maschile, per l’MV Group Cus Trieste, è diventata realtà. 
Al PalaCus di Via Monte Cengio è andata in scena una gran bella lotta fra gli universitari e la Kioene Padova, formazione che si presentava a Trieste con una posizione di classifica più alta rispetto a Gnani e compagni. 
Il gruppo di Cuturic, però, è stato bravo a stringere i denti ed a non mollare mai, riuscendo a far sua una partita sporca, tirata, ma giocata con meno errori rispetto al solito: primo set molto combattuto, con l’MV Group che riesce a prendersi due punticini di margine ed a chiudere con una “sberla” di Allesch, bravo a finalizzare il 25 – 23. Tanto equilibrio anche nel secondo set, visto che i giovanotti padovani non hanno intenzione di cedere così facilmente: la squadra di Cuturic, però, questa volta ha nervi più che saldi e ai vantaggi riesce a far suo anche il secondo set, portandosi così sul 2 – 0. 
Il terzo set, però, vede un calo di lucidità in Vattovaz e soci, che cedono di schianto e prestano il fianco all’entusiasmo di Padova: la Kioene non si fa pregare e riesce a far sua la frazione con un perentorio 15 – 25. Nel quarto e decisivo set, però, emerge la voglia di vincere del team triestino: dopo l’equilibrio iniziale, l’allungo determinante sul 23 – 18 e poi la chiusura che decreta il 3 – 1 conclusivo e il decimo posto temporaneo per il Cus Trieste, che al quinto turno trova una bella vittoria, peraltro contro una diretta concorrente. 
Così il DS Messina a fine gara: “Finalmente ci siamo sbloccati; siamo molto contenti del risultato, un pò meno per come è arrivato. Si sono viste alcune cose buone, ma anche tante su cui dobbiamo lavorare ancora per arrivare a un livello ottimale; direi che chi ha fatto meno errori ha vinto, come al solito”. 

Credit by Ufficio Stampa ASD Cus Trieste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *