tsportinthecity

La solita, inarrivabile Recco

Tempo di lettura: 2 minuti

PALLANUOTO TRIESTE – PRO RECCO 9-19 (2-6; 1-5; 3-5; 3-3)
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio, Medici, Vrlic, Jankovic, Bego 1, Mezzarobba 1, Razzi 1, Inaba 4, Bini, Mladossich 2, Cattarini. All. Bettini
PRO RECCO: Del Lungo, F. Di Fulvio 2, Zalanki 7, Figlioli 2, Younger 2, Bertoli, N. Presciutti, Echenique 2, Hallock 1, Velotto, Cannella 2, Loncar 1, Negri. All. Sukno
Arbitri: Calabrò e Nicolosi
NOTE: usciti per limite di falli Petronio (T) nel terzo periodo e Echenique (R) nel quarto periodo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 5/11 + 2 rigori, Pro Recco 6/12 + 3 rigori; spettatori 350 circa


Una Pallanuoto Trieste combattiva si arrende ai fuoriclasse della Pro Recco (9-19) e incassa così la prima sconfitta stagionale. Questo l’epilogo del match valido per la sesta giornata del campionato di serie A1 maschile, disputato davanti a 350 persone che hanno gremito la tribuna della “Bruno Bianchi” (al limite della capienza consentita). La squadra del main-sponsor Samer & Co. Shipping ha disputato una buona gara, ma ha dovuto cedere alla qualità della squadra campione d’Europa in carica. “Il risultato certo non ci rende felici – spiega a fine match l’allenatore Daniele Bettini – loro danno la sensazione di poter fare gol ad ogni azione, noi abbiamo provato a limitarli”.

Andrea Mladossich

La cronaca. In porta per il Recco c’è Negri, gli ospiti partono subito forte. Zalanki e Di Fulvio fanno 0-2, Mladossich risponde con una pregevole conclusione in superiorità (1-2), Echenique e Cannella (controfuga) confezionano il 2-4. Younger colpisce con l’uomo in più e Figlioli trasforma un rigore per il 2-6 di fine primo periodo. I liguri non vogliono correre rischi e nel secondo periodo alzano ulteriormente il ritmo. Una doppietta di Zalanki, Hallock in superiorità e Figlioli di nuovo su rigore imbastiscono un parziale di 0-4 che manda il Recco sul 2-10. Inaba (su rigore) interrompe l’emorragia con la rete del 3-10, ma lo scatenato mancino ungherese Zalanki fissa il risultato sul 3-11 di metà gara.
In apertura di terzo periodo Di Fulvio in controfuga e il solito Zalanki realizzano le reti del 3-13. Trieste però non smette di produrre gioco e prova a restare almeno in scia. Mezzarobba mette in porta il pallone del 4-13 con un bel diagonale in superiorità, poi vanno a segno Zalanki (sempre lui), Inaba su rigore, Loncar, di nuovo Inaba e il mancino Echenique: 6-16 a 8’ dalla fine. Nell’ultimo periodo le reti di Inaba, Razzi, Younger, Cannella, Zalanki e Bego fissano il risultato sul definitivo 9-19. “Complimenti al Recco – conclude il d.s. Andrea Brazzatti – si sono confermati formazione davvero stellare. Noi abbiamo un po’ accusato la stanchezza e qualche fastidio fisico, testa alla prossima”.
Sabato 20 novembre impegno durissimo per la Pallanuoto Trieste, che renderà visita all’altra capolista a punteggio pieno, ovvero l’Ortigia Siracusa.

Credit by Ufficio Stampa Pallanuoto Trieste
Photocredit by Marco Todaro

I RISULTATI

Savona-Ortigia Siracusa 9-10
Roma Nuoto-Brescia 8-14
Waterpolo Milano-Lazio 13-11
Pallanuoto Trieste-Pro Recco 9-19
Anzio Waterpolis-Telimar Palermo 10-12
Quinto-Salerno 6-7
Nuoto Catania-Posillipo 11-11

LA CLASSIFICA

Pro Recco, Ortigia Siracusa punti 18;
Brescia 15;
Pallanuoto Trieste, Telimar Palermo 13;
Savona, Salerno  9;

Anzio Waterpolis 8;
Nuoto Catania 7;
Posillipo 4;
Quinto, Waterpolo Milano 3;
Roma Nuoto, Lazio 1.

IL PROSSIMO TURNO

Brescia-telimar Palermo
Lazio-Savona
Salerno-Roma Nuoto
Ortigia Siracusa-Pallanuoto Trieste
Nuoto Catania-Anzio Waterpolis
Pro Recco-Quinto
Posillipo-Waterpolo Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *