tsportinthecity

Le giovanili della Pallacanestro Trieste

Tempo di lettura: 3 minuti

PALLACANESTRO TRIESTE – AZZURRA ‘A’ 19 – 132 (6-39; 9-77; 14-106)
Allianz Pallacanestro Trieste: Perillo 4, Butelli, Roici 2, Devescovi 2, Antonicelli 2, Loredan, Ferrari, Giombi 2, Rigo 1, Bartoli, Lomartire 6, Lenhardt. All. Pensabene

Poco da dire nel confronto fra i biancorossi e l’Azzurra A, nel campionato Under 13: la gara si conclude con una vittoria netta per il team avversario, mentre Trieste entra in campo con poco agonismo e troppo timore reverenziale.
Chiaramente, il team di Pensabene paga l’anno di differenza rispetto agli avversari, ma “non deve essere una scusante – chiosa il coach biancorosso -, bisogna capire che i ragazzi hanno perso due anni di gioco, ma dobbiamo anche capire che il tempo per recuperare è poco”.
A livello di cronaca della partita, fin dall’inizio Azzurra prende il comando e poi non lo molla più, approfittando della maggior fisicità e di un pressing a tutto campo per quaranta minuti: il risultato finale è eloquente traduzione di quanto confermato anche dal tecnico triestino, per cui ora sarà necessario rimboccarsi le maniche e migliorare ulteriormente il lavoro in palestra.

PALLACANESTRO TRIESTE – NB2000 PORDENONE 54 – 69 (21-16; 33-30; 45-46)
Allianz Pallacanestro Trieste: Zago, Degrassi 13, Cappelletta, Peres, Valli 2, Moretti, Maggio 2, Carpani 5, Osmani 9, Maniacco 7, Caponigro 10, Giurgevich 6. All. Pensabene
FIPP NB2000 Pordenone: Baruzzo 15, Gasparotto 4, Anese 6, Evans 13, Mucin 1, De Giorgi, Catto M. 3, Basso-Luca 3, Surbone 18, Catto L. 2, Moras, Salvadori 4. All. Spangaro
Arbitri: Schiano di Zenise e Prato

Sconfitta 54 – 69, in casa, per il team Under 15 Eccellenza nel derby regionale contro il Nuovo Basket 2000 Pordenone di Marco Spangaro. Una partita che è rimasta equilibrata per tre quarti interi, per poi dare strada libera alla formazione naoniana, brava ad approfittare di un ultimo periodo ottimo a livello difensivo.
La squadra di Pensabene, all’inizio, si muove bene senza palla e trova ottime soluzioni, nonostante le assenze: il tecnico biancorosso ruota molto gli effettivi e riesce a trovare delle risposte positive, tanto che al 10’ siamo sul +5 per la squadra di casa.
Con il passare dei minuti, però, la qualità di Pordenone emerge ed infatti nel secondo periodo arrivano i punti di Surbone, Baruzzo ed Evans a rimettere a contatto il Nuovo Basket 2000, che tocca il meno tre a metà partita.
Si continua a giocare con buon equilibrio, pure se Trieste spreca qualcosa a livello di palloni: la gara si fa sempre più intensa, per i biancorossi è Degrassi (13) il punto di riferimento insieme a Caponigro e Osmani, ma Pordenone non molla ed è brava a mettere la testa avanti, a fine terzo periodo (45 – 46).
Gli ospiti sono abili nel chiudere l’area e, a questo punto, Trieste si perde in troppi individualismi e muovendo poco la palla rispetto all’inizio: il parziale di 9 – 23 messo a segno dalla squadra di Spangaro conclude la partita con un perentorio +15 per Pordenone, che si mette in saccoccia i due punti.
Laconico coach Pensabene a fine partita: “Peccato, perchè con un pò più di disciplina e carattere avremmo potuto ottenere un buon risultato. Giocare senza un intero quintetto deve essere uno sprone a dare di più per chi è in campo: quando capiremo questo, potremo toglierci delle soddisfazioni”.

Credit by Matteo Zanini – Ufficio Stampa Pallacanestro Trieste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *