tsportinthecity

Tre punti di sostanza

Tempo di lettura: 4 minuti

PERGOLETTESE-TRIESTINA 0-1
MARCATORE: pt 5’ Giorico.
PERGOLETTESE: Galeotti, Bariti, Ferrara, Lambrughi, Villa, Varas (st 25’ Vitalucci), Arini, Zennaro (st 42’ Moreo), Morello (st 39’ Fonseca), Guiu (st 1’ Lepore), Scardina. All. Lucchini.
TRIESTINA: Offredi, Rapisarda, Volta, Ligi, Lopez , Iotti, Giorico, Procaccio (st 12’ Giorno), Galazzi, Gomez (st 26’ Trotta), De Luca. All. Bucchi.
ARBITRO: Mucera di Palermo.
NOTE. Ammoniti Lopez, De Luca, Lambrughi. Espulso l’allenatore Lucchini.

Torna al successo la Triestina sul campo della Pergolettese in una partita giocata, dopo il veloce vantaggio, tutta sul filo della difesa sicura, del centrocampo dedito al contenimento e con qualche sprazzo di spunti d’attacco, ancora troppo esigui e poco incisivi.
Una vittoria esterna frutto del comportamento classico da terza serie, con tanta difesa e tentativi di ripartenza: in questo momento, dimostrazione della ricerca di solidità della squadra che rischia pochissimo, pur non dedicando molta cura alle azioni d’attacco. L’area della Pergolettese, subito il bellissimo go di Giorico, non corre praticamente pericoli se non l’incornata, su azione d’angolo, di Volta.

Nicolas Galazzi

Parte con decisione la Pergolettese che pressa in avanti e i  difensori alabardati sono costretti a scaldarsi subito per chiudere le vie d’accesso, soprattutto sulla fascia destra difensiva, dove Scardina e Morello si danno da fare, ma tutto si risolve senza che Offredi debba intervenire.
Al primo tentativo alabardato, il risultato cambia: è il primo calcio d’angolo per la formazione di Bucchi a creare le premesse per il vantaggio: Galazzi lo finta, Iotti mette palla tesa a centro area, con i difensori giallocelesti che rinviano fuori dal perimetro dove arriva Giorico. Mette palla a terra con eleganza e sul rimbalzo colpisce deciso di destro, sorprendendo nettamente il portiere Galeotti che accenna appena l’intervento mentre il pallone si infila sul palo alla sua destra.
Cambia subito il tema della partita: la squadra di casa deve necessariamente andare a caccia del pareggio mentre la Triestina può permettersi di attendere le iniziative avversarie. Lo fa con tranquillità, non concedendo spazi in area e vincendo tutti i contrasti diretti: alla formazione di Lucchini non resta che tentare la strada delle fasce che, qualche volta riesce come a Varas che, dalla sinistra, impegna Offredi nella prima vera parata a terra.
I contrattacchi alabardati sono puntati sulla verve di Galazzi che viene ripetutamente cercato dai lanci lunghi di Lopez e Ligi: l’ex Venezia è sempre ispirato, ma deve fare i conti con qualche intervento degli avversari che l’arbitro lascia correre: attorno alla metà gara, viene servito in area, prova la conclusione rimpallata e Lopez, nei paraggi, prova la conclusione dal limite che risulta però troppo debole per infastidire il portiere Galeotti.
Più pericolosa la girata, sul fronte avverso, Guiu servito da Scardina: buona la velocità d’esecuzione ma la mira è decisamente alta.
Triestina vicina al gol a poco dal riposo. Punizione dalla trequarti sinistra della fascia d’attacco0 che Galazzi, con il suo educatissimo sinistro a rientrare, trasforma in un perfetto assist per la testa di Volta. Galeotti è davvero bravo a spostarsi vicino al palo di sinistra per mettere sul fondo.

Alessandro Ligi


Prevedibile l’atteggiamento della squadra di casa alla ripartenza del gioco: tutti a spingere, a cerca di forzare i tempi e, nei primissimi minuti, sembra che la tattica possa aver successo visto che prima Morello su tocco indietro di Scardina, poi Bariti mettono in ambasce il reparto arretrato alabardato che si salva con discreto affanno. Se la Pergolettese attacca e la Triestina si difende, quel che manca in effetti, e qualche idea di gioco: si lotta parecchio ma i tre centrali alabardati – Volta, Ligi e Lopez impeccabili – sembrano insuperabili per i tentativi dei padroni di casa. Lungh periodi di contrapposizione a centrocampo e si deve arrivare ad un lunghissimo cross di Lambrughi per far correre qualche brivido ad Offredi che esce di pugno vicino al vertice. Brividi, più che altro, perché Scardina va a terra sullo slancio del portiere e… non si sa mai come la possa interpretare l’arbitro.
Un altro brivido collettivo della difesa alabardata su traversone dalla sinistra e palla che viaggia in mezzo a tanti con Giorno che la lascia sfilare – non senza prendersi poi qualche urlaccio – senza pensare a Scardina che, comunque, resta anche lui sorpreso e non influenza la traiettoria.
Ultime due annotazioni per un’azione impostata da Galazzi, una risorsa per le ripartenze alabardate, che innesca De Luca e con Trotta che viene anticipato in corner e proprio l’ultima, dedicata ad un fallo di Volta a centrocampo che l’arbitro fischia, mentre il pallone calciato da Fonseca arrivava a Bariti lanciato verso l’area alabardata, troppo sprovvista di controllo nella circosatanza.

IL PROGRAMMA

Albinoleffe-Pro Vercelli
Feralpisalò-Giana Erminio
Juventus U 23-Lecco
Legnago-Seregno
Mantova-Padova
Pergolettese-Triestina 0-1
Piacenza-Renate
Pro Patria-Fiorenzuola 0-1
Pro Sesto-Sudtirol
Virtus Vecomp-Trento

LA CLASSIFICA

Sudtirol* punti 27;
Padova, Renate 26;
Feralpisalò 24;
Pro Vercelli, Triestina ** 19;
Lecco, Albinoleffe 17;
Fiorenzuola**, Juventus U23 15;
Pro Patria** 14;
Virtus vecomp, Piacenza 13;
Seregno, Pergolettese**, Trento 12;
Legnago*, Giana Erminio, Pro Sesto 11;
Mantova 10.
* una partita in meno
**una partita in più

IL PROSSIMO TURNO

Feralpisalò-Virtus Vecomp
Fiorenzuola-Piacenza
Giana Erminio-Pergolettese
Lecco-Albinoleffe
Mantova-Pro Sesto
Padova-Juventus U23
Pro vercelli-Legnago
Renate-Pro Patria
Seregno-Sudtirol
Triestina-Trento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *