tsportinthecity

Ci vorrebbe un “garante degli abbonamenti”

Tempo di lettura: 2 minuti

Stavo aggiornando il “calendarione”, quello che mette assieme le partite di Triestina, Pallacanestro Trieste e San Luigi, strumento ormai indispensabile ai supertifosi che non si perdono una partita. Sempre che sia possibile, ovviamente, visto che spesso ci sono concomitanze e sovrapposizioni di orario. 
Certo che per un abbonato – e in fondo lo siamo anche un po’ noi che seguiamo lo sport triestino per professione – la prima cosa che vien da pensare è lo slogan tanto caro a Beppe Grillo. 
Chi si abbona lo fa alla cieca, senza sapere se potrà, o meno, seguire la sua squadra del cuore visto che ci sono continui cambi di giorno e orario delle partite: se la cosa non incide più di tanto per società e giocatori (è il loro lavoro…) per una persona normale il cambiamento può impedire spesso di seguire l’incontro e perdere la quota di abbonamento già ben che versata. 
Ora, prendiamo tanto per dire, il prossimo weekend: le partite di basket e calcio erano programmate nella stessa giornata e nella stessa ora e i calendari ufficiali sono usciti almeno un paio di mesi fa. Mi chiedo: è mai possibile che non ci si poteva pensare da subito? E poi, ma quanto poco conta Trieste, la città più sportiva d’Italia, se nei dintorni della capitale – dove si decidono certe cose –  non si tiene conto di queste sovrapposizioni, mettendo nel “cervellone” le indicazioni affinchè non avvengano. Non dovrebbe poi esser tanto difficile, naturalmente volendolo. 
Ovvio che comandino i network televisivi che stravedono per gli “spezzatini” (fanno risparmiare le uscite di più troupe tecniche contemporaneamente) e versano alle società contributi sembra irrinunciabili. In effetti piacerebbe sapere a quanto ammontino e fare un paragone con quanti soldi portino gli abbonamenti. 
Ci dovrebbe essere un “garante degli abbonamenti”, nel senso che se un abbonato non riesce ad usufruire dell’abbonamento perché c’è stato uno spostamento di orario e giornata, la quota relativa (siccome tutto va via computer ed è di facile controllo con gli abbonamenti nominativi) potrebbe diventare un “credito” da portare in sconto sull’acquisto dell’abbonamento dell’anno successivo…. Utopie, ovvio. 
Tornando al “calendarione” : aggiornato per il prossimo weekend, ma preparatevi per le prossime concomitanze che arriveranno in novembre quando saranno a Trieste il Brindisi di basket ed il Vicenza… 

Post message

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *