tsportinthecity

Mariani: “Vogliamo giocare una gran partita”

Tempo di lettura: 3 minuti

Qualche ora ancora e la Lega Pro si rimette in moto, con la speranza di un campionato più tranquillo dopo mesi e mesi di contagi, “bolle protettive”, partite rinviate, quarantene, senza pubblico e tifosi. Riparte il campionato, ritrova almeno parte degli appassionati sugli spalti e già questo sarà un tentativo di ritorno alla normalità: per molte squadre si tratterà di una prima volta nella categoria, quindi emozioni raddoppiate. Non è tra queste formazioni il Seregno che in Serie C ci è già stato, ma visto il numero di anni dall’ultima volta – era il campionato ’81-’82 –  la formazione brianzola potrà festeggiare un, diciamo, quasi debutto e lo farà lontano da casa, al “Nereo Rocco”, ospite della Triestina.
La formazione, nata nel 1913, è già da alcuni anni che cercava di salire dalla Serie D e, finalmente, nella scorsa stagione, la società presieduta da Davide Erba ha centrato l’obiettivo con una giornata d’anticipo.

Alberto Mariani

Dall’inizio d’agosto, alla guida della formazione brianzola c’è Alberto Mariani, romano, tanta esperienza alle spalle con le formazioni giovanili – tra le altre Lazio, Alessandria, Grosseto, Ascoli, Salernitana – da cui spesso ha fatto il balzo nelle prime squadre come allenatore in seconda. Ultime panchine al Rieti ed al Città di Cerveteri: lo abbiamo raggiunto telefonicamente alla vigilia della partita di Trieste.

Mariani, anche un allenatore che, come lei, ha una lunghissima esperienza alle spalle, per il debutto avverte ancora un pizzico di emozione?

“Ma guai se non ci fosse – esordisce – è quello che ci che ci trascina. L’emozione, l’entusiasmo, la passione, la voglia di stare su un campo di calcio: questa ci deve sempre stare, ancora di più con un campionato importante e difficile come questo che stiamo per affrontare.”

Come lo vede il campionato?

“Un campionato di alto livello– commenta Alberto Mariani – ho avuto modo di conoscere il girone C anche se conosco abbastanza anche le squadre di questo girone e lo vedo di grande livello sinceramente.”

Seregno squadra neopromossa: quanto conta l’ entusiasmo per un risultato conquistato che spinge in alto…

“Chiaro che vincere fa bene – sottolinea Mariani – fa crescere l’autostima: però credo invece che,  per contro, bisogna stare attenti ai falsi entusiasmi, che non devono mai esserci. Noi siamo consapevoli che, per fare qualcosa di importante, dobbiamo battagliare minuto per minuto, partita per partita e quindi abbiamo già dimenticato quello che abbiamo fatto e ci stiamo rituffati nel lavoro per preparare, quanto meglio possibile, la prima partita del campionato che, per noi, è di grande importanza.”

Come se la immagina questa prima partita a Trieste?

“Intanto –  precisa Mariani – giocare in quello stadio dà sicuramente emozione: credo sia uno degli stadi più belli d’Italia e ho avuto modo ultimamente di visitarlo. Insomma ti procura sempre un’  emozione giocarci. Però, chiaramente, la voglio immaginare come una partita dove la mia squadra sia protagonista di una grandissima prestazione e questo è quello che vogliamo. Vogliamo assolutamente giocare una grandissima partita, lavoriamo per giocare una partita migliore di quella precedente e quindi dobbiamo assolutamente fare meglio  dell’ultima e dobbiamo cercare di non sbagliare nulla per portare via un risultato importante.”

Mister, l’ultima l’avete vinta a Renate,  quindi…

 “Quello che ho detto – sottolinea Mariani – non va dimenticato: cioè che ogni partita racconta una  storia diversa, ogni partita ti chiede una prestazione diversa e sicuramente la partita di sabato sera ci chiederà cose assolutamente diverse da quella giocata a Renate. Quindi, per noi le cose buone fatte vanno messe da parte e dobbiamo lavorare invece sulle cose che abbiamo sbagliato, dobbiamo migliorare allenamento su allenamento e dobbiamo affrontare la partita di sabato sera al massimo delle condizioni mentali e fisiche per portare via il risultato. Quindi non dobbiamo assolutamente star a pensare, come punto di partenza, che siamo stati capaci di passare il turno di Coppa, perché sarebbe l’inizio di qualcosa che non mi piacerebbe.”

IL PROGRAMMA (29/8; 17.30)

Feralpisalò-Fiorenzuola (sab. 28/9; 17.30)
Giana Erminio-Pro Sesto
Legnago-Mantova (sab. 28/9; 20.20)
Pergolettese-Juventus U23
Piacenza-Trento
Pro Patria-Albinoleffe
Pro Vercelli-Lecco
Renate-Padova (sab. 28/8; 17.30)
Sudtirol-Virtus Vecomp (sab. 28/8; 20.30)
Triestina-Seregno (sab. 28/8; 20.20

IL PROSSIMO TURNO (sab. 4/9; 17.30)

 Albinoleffe-Sudtirol
Fiorenzuola-Renate
Juventus U23-Triestina
Lecco-Legnago
Mantova-Diana Erminio
Padova-Pergolettese
Pro Sesto-Pro vercelli
Seregno-Faralpisalò
Trento-Pro Patria
Virtus Vecomp-Piacenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *