tsportinthecity

Il San Luigi raddoppia

Tempo di lettura: 4 minuti

CHIARBOLA PONZIANA-SAN LUIGI 1-3
MARCATORI: pt 45′ Giovannini (r.); st 9′ e 33’ Tentindo, 20’ C. Menichini (r.).
CHIARBOLA PONZIANA: G. Zetto, F. Berisha (st 36’ L. Delmoro), Forza (st 12’C. Menichini), Zoch, Ferro, Blasina, Montestella, M. Delmoro, D. Menichini (st 39’ Tonini), Cottiga (st 36’ Millo), Stipancich. All. Roviglio.
SAN LUIGI:De Mattia, M. Zetto, Cassarà (st 39’ German), Male, Caramelli, Giovannini, Angotti (st 26’ Falleti), Boschetti, Mazzoleni (st 44’ Guanin), Tentindo, Grujic (st 1’ Ianezic). All. Sandrin.
ARBITRO: Zilani di Trieste.
Note: Ammoniti Cassarà, L. Delmoro.

Secondo derby consecutivo nel carniere del San Luigi che, come aveva fatto con lo Zaule, costringe alla resa anche i padroni di casa del Chiarbola Ponziana (campo di casa per la squadra del presidente Nordici quello di via Felluga) in una partita a lungo in equilibrio, sbloccata, ancora una volta allo scadere del primo tempo su calcio di rigore e poi giocata per arginare la reazione della formazione chiarbolina, colpire in contropiede e soffrire abbastanza prima di chiuderla definitivamente grazie alla seconda rete di Tentindo.
Il Chiarbola si rammarica per qualche decisione arbitrale, anche logicamente, ma non è riuscito, se non in qualche circostanza, a farsi pericoloso nell’area avversaria, pur avendo messo tutte le energie possibili per prima, cercare di passare in vantaggio, poi per andare all’inseguimento dei giocatori di Sandrin, indubbiamente piàù abili a sfruttare gli spazi che i biancocelesti lasciavano con poco presidio.

Federico Giovannini a segno ancora dal dischetto

Parte bene il San Luigi, deciso a sorprendere la formazione di Roviglio e la prima conclusione è di Caramelli che non inquadra però la porta. Si attenua la pressione sanluigina ed è il momento di Montestella, attivissimo, a insidiare con un bel tiro a giro De Mattia che risponde però prontissimo  per smanacciare lontano dalla port: l’azione continua e c’è un lungo cross che arriva ancora a Montestella che colpisce di prima intenzione ma non con la mira necessaria.
Il Chiarbola conquista il pallino del gioco: Stipancich ci prova su punizione che non scende, però, come nelle intenzioni del giocatore, Ancora una bella discesa di Montestella che, però, sciupa tutto con un lungo traversone dove di compagni proprio non ce n’erano. Arriva una risposta degli ospiti con Angotti che serve Tentindo al limite, ma la mira non c’è mentre arriva una ghiotta occasione per la squadra di Roviglio in contropiede, con la difesa davanti a De Mattia molto aperta e con Daniel Menichini che controlla ma manda, pur di poco, sul fondo.
Svolta a niente dalla fine del primo tempo: Mazzoleni di forza entra in area, Zock lo contrasta sulla riga di fondo: entrambi a terra ma l’arbitro rileva l’intervento del difensore e manda Giovannini sul dischetto:il capitano è ancora una volta preciso nella trasformazione.

Cristian Menichini, rigore che riapre la partita

La ripresa si apre con una punizione di Berisha che finisce fuori e, subito dopo, arriva il raddoppio dei biancoverdi, stavolta in maglia nera: sul tentativo d’attacco del Chiarbola, De Mattia interviene di piede e spara lungo in verticale ed è bravissimo Mazzoleni a controllare, , farsi spazio e mettere al centro per Tentindo che, in posizione centrale, colpisce benissimo al volo e batte Zetto.
Non si abbatte il Chiarbola che mette sotto pressione i “cugini” e prima di metà tempo riesce a riaprire la contesa: Caramelli è troppo deciso alle spalle di Cristian Menichini che finisce sull’erba e poi si prende la soddisfazione di trasformare il rigore.
Partita aperta, Chiarbola alla ricerca del pari ma ci vuole un gran de intervento di Zetto per limitare il colpo di testa di Ianezic ma, poco dopo la mezz’ora, non può far niente per evitare la terza rete ospite, quando Mazzoleni entra di forza in area e mette il pallone vicino al palo lontano dove Tentindo si fa trovare in solitudine per l’appoggio di testa che chiude la partita.
Ultimi minuti di Chiarbola tutto avanti alla disperata: l’ottimo Montestella viene fermato ancora una volta da un difficile intervento di de Mattia che poi controlla l’uscita sul fondo di una conclusione di Menichini.

Ezio Peruzzo, doccia di buon compleanno


Finisce così, con due rigori che forse potevano esser lasciati correre ed uno che magari era più evidente e non ha trovato soddisfazione. Ma è la solita questione di punti di vista e quello dei direttori di gara, oltre che insindacabile, quasi sempre è definitivo.
Per Ezio Peruzzo, che festeggiava il compleanno, quale miglior regalo se non la doccia di rito in spogliatoio mentre la squadra intona l'”Happy Birthday”…

Photocredit by Matteo nedok Sports Photographer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *